La nostra storia inizia nel 1908 a Genova
fabbricando calzature su misura in una piccola bottega
e una leadership nel settore di accessori per calzature.

Nel 1908 mio nonno Mario Casella, a sinistra nella foto, fondò a Genova, nel quartiere di Marassi, la ditta omonima per la fabbricazione di calzature su misura e la vendita di accessori, con l’intento di fornire alla città una calzoleria d’eccellenza. Aveva imparato il mestiere di fabbricazione delle scarpe su misura dal fratello più grande che aveva bottega in piazza Ponticello fin dalla fine del XIX secolo. A conferma della qualità delle calzature prodotte e dei servizi offerti nel 1926 vince il primo premio alla Mostra Internazionale dell’Artigianato di Genova. Sempre in quel periodo, per la vicinanza allo stadio, tra i clienti ci sono i giocatori del Genoa Cricket Football Club, ai quali venivano fornite le calzature da gioco e la manutenzione dei tacchetti.

Durante le guerre la Bottega non ha mai chiuso, e tra i due conflitti l’attività incrementò il suo sviluppo ed in seguito Bruno Casella, figlio di Mario, divenne rappresentante di ditte leader nel settore sia di accessori per calzature sia di materie prime per i calzolai a livello nazionale.
Bruno e Mario Casella divennero ben presto un punto di riferimento importante per i grossisti ed i dettaglianti del settore, ed avendo una cura attenta del Cliente si concentrarono sulle esigenze che venivano loro presentate:
il benessere ed il comfort del piede ed i prodotti per la cura di calzature ed altri articoli in pelle.
Gina Casella, sorella di Bruno, nel quartiere è tuttora ricordata per la grande simpatia che la sua capacità commerciale trasmetteva: non esistevano corsi di marketing ma di certo avrebbe potuto insegnare a molti come si tratta con fornitori e Clienti. Oggi direbbero che era una “problem solving” e non faceva uscire nessuno dal negozio senza un prodotto od un articolo che risolvesse il problema!

 

Nel 1971 la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Genova conferisce la Medaglia d’Oro alla nostra bottega per la fedeltà al Lavoro ed al progresso economico e per i 51 anni di attività ininterrotta.

In Bottega conserviamo con orgoglio alcuni cimeli, esposti al pubblico e gelosamente conservati in vetrina: una collezione di lucidi per scarpe, gli antichi e ricercati tacchi in ottone lavorato….

…. il campanello usato dai Clienti che chiamavano il sig. Casella che lavorava nel laboratorio del retrobottega, il calzascarpe in metallo che veniva regalato ai migliori Clienti, e tanti altri oggetti curiosi che raccontano la Storia.

Nel 1971 la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Genova conferisce la Medaglia d’Oro alla nostra bottega per la fedeltà al Lavoro ed al progresso economico e per i 51 anni di attività ininterrotta.

In Bottega conserviamo con orgoglio alcuni cimeli, esposti al pubblico e gelosamente conservati in vetrina: una collezione di lucidi per scarpe, gli antichi e ricercati tacchi in ottone lavorato….

…. il campanello usato dai Clienti che chiamavano il sig. Casella che lavorava nel laboratorio del retrobottega, il calzascarpe in metallo che veniva regalato ai migliori Clienti, e tanti altri oggetti curiosi che raccontano la Storia.

Nel 1971 la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Genova conferisce la Medaglia d’Oro alla nostra bottega per la fedeltà al Lavoro ed al progresso economico e per i 51 anni di attività ininterrotta.

In Bottega conserviamo con orgoglio alcuni cimeli, esposti al pubblico e gelosamente conservati in vetrina: una collezione di lucidi per scarpe, gli antichi e ricercati tacchi in ottone lavorato….

…. il campanello usato dai Clienti che chiamavano il sig. Casella che lavorava nel laboratorio del retrobottega, il calzascarpe in metallo che veniva regalato ai migliori Clienti, e tanti altri oggetti curiosi che raccontano la Storia.